top of page

Qatar – Elezioni per il Consiglio della Shura

Redazione Assadakah - Il Qatar ha votato sabato alle prime elezioni legislative dello stato arabo del Golfo per i 2/3 del Consiglio Consultivo della Shura in un dibattito interno sull'inclusione elettorale e la cittadinanza.

Fra gli elettori, su una popolazione residente di circa tre milioni (e un grande numero di lavoratori e investitori stranieri) si è registrata una massiccia affluenza, con uomini e donne in sezioni separate per eleggere 30 membri del corpo di 45 seggi. L'emiro al potere continuerà a nominare i restanti 15 membri del Consiglio.

Il Consiglio godrà di autorità legislativa e approverà le politiche statali generali e il bilancio, ma non ha autorità sugli organi esecutivi che definiscono difesa, sicurezza, politica economica e investimenti per il piccolo ma ricco produttore di gas.

Le elezioni indicano che la famiglia al-Thani sta prendendo sul serio l'idea di condividere il potere, istituzionalmente con altri gruppi tribali del Qatar, ha affermato Allen Fromherz, direttore del Middle East Studies Center della Georgia State University.

L'elezione, approvata in un referendum costituzionale del 2003, è un avvenimento decisivo, che ne precede un altro, la Coppa del Mondo di Calcio il prossimo anno.

Il vice primo ministro e ministro degli Esteri del Qatar, lo sceicco Mohammed bin Abdulrahman al-Thani, ha descritto il voto come un nuovo e riuscito esperimento. Il ministro ha detto che c'è un processo chiaro per la revisione della legge elettorale da parte del prossimo Consiglio della Shura.

bottom of page