top of page

Echmiadzine, il Vaticano della chiesa apostolica armena

Aggiornamento: 6 lug 2021


Talal khrais, Yerevan - Echmiadzin, centro religioso della piccola repubblica caucasica, si può tranquillamente definire il Vaticano della Chiesta Apostolica Armena, Santa Sede dell’attuale Catholicos Garegin II. L’antichissima cattedrale, che fa parte del complesso patriarcale di Echmiadzin, si trova nella città di Vagharshapat (chiamata anche Echmiadzin), capitale dell’Armenia dal 184 al 340 circa.

Echmiadzin si trova nella provincia di Armavir a circa mezz’ora di strada dall’attuale capitale Yerevan. Situata nella parte centro meridionale dell’Armenia, questa città sacra ospita la basilica più antica del mondo. Un complesso patriarcale, questo di S. Echmiadzin, che significa discesa dell’Unigenito, e costituisce il monumento più importante della città.

Una leggenda narra che la prima pietra dell’antica cattedrale venne posta nel 30 d.C. dal primo Catholicos della Chiesa Armena, San Gregorio Illuminatore, che volle edificare una chiesa nel posto in cui sorgeva un tempio pagano. La costruzione della cattedrale richiese molto tempo e, nel corso degli anni, vennero aggiunte ulteriori navate e affreschi. Realizzata inizialmente in legno, nel 483, fu trasformata in un edificio a pianta a croce con cupola e, nel VII secolo, fu ricostruita in pietra.

Nel XVII secolo fu restaurata e vennero costruiti la cupola e il campanile a tre livelli all’ingresso della chiesa. Attualmente è considerata Patrimonio Unesco.

L’altare è stato posto nel punto in cui San Gregorio fu avvolto dalla luce divina. I meravigliosi affreschi rappresentano scene tratte dalle Sacre Scritture e oltre 120

ritratti di Santi e Apostoli. Oltre ad essere un prezioso esempio di arte, la cattedrale di Echmiadzin custodisce anche reliquie estremamente importanti per quanto concerne le radici storiche della cristianità: un frammento dell’Arca di Noè e la lancia che, si dice, colpì il costato di Cristo.

All’esterno, si può ammirare un bellissimo giardino quadrangolare e splendidi khatchkar, le croci di pietra simboli dell’arte religiosa armena. E la notissima star armena-americana Kim Kardashian ha scelto proprio questo centro della cristianità per battezzare, con una toccante cerimonia, i suoi tre figli più piccoli, avuti dal marito Kanye West.

Nei pressi di S. Echmiadzin ci sono anche altre importanti antiche chiese, Santa Ripsima e Santa Gayanè.

Santa Gayané è una delle più antiche e belle chiese dal punto di vista architettonico, sorella maggiore di Hrispime, ed è stata martirizzata con lei nel 630. Nel luogo della sua uccisione è stata costruita la basilica a cupola a lei dedicata. La chiesa di Santa Ripsima invece è stata costruita attorno al 618 per volere del catholicos d'Armenia Gomidas nel punto in cui sorgeva il mausoleo contenente proprio le reliquie di santa Ripsima, fatto costruire nel 395 da Isacco il Grande.

Santa Ripsima, o Hripsime, era stata una suora romana martirizzata con altre vergini nel IV secolo per ordine del re armeno Tiridate III. Nel 2000 la chiesa è stata inclusa nella lista dei patrimoni dell'umanità UNESCO insieme alla cattedrale di Echmiadzin, al sito archeologico di Zvartnots ed alle chiese di Santa Gayané e di Shoghakat.


Comments


bottom of page