top of page

A Yerevan meraviglie dal passato nella Casa Museo di Lusik Aguletsi

Aggiornamento: 12 mag 2021


ANN – Letizia Leonardi - Le antiche tradizioni del popolo armeno sono tutte concentrate nella Casa Museo di Lusik Aguletsi, a circa 15 minuti di taxi dal centro di Yerevan, con annesso un art-cafè.

In una tipica casa in stile armeno con il cortile interno, abitazione della nota pittrice, etnologa e collezionista d’arte Lusik Aguletsi, è stato realizzato un interessantissimo museo. La Aguletsi è stata l’unica donna armena che, fino alla fine della sua vita (avvenuta all’età di 72 anni), ha vestito sempre abiti tradizionali. Indossava il tradizionale “taraz” con tanto di ornamenti etnici rigorosamente provenienti dalla Terra di Nairi. Monili in argento originali e unici nel suo genere.

Sì accede nella Casa Museo di Lusik Aguletsi e inizia un viaggio nelle meraviglie dell’antico oriente con la gentile accoglienza dei patroni di casa: gli eredi della nota etnologa che vi accompagneranno in questa spettacolare visita.

Antichi pezzi d’arte nelle stanze dove Lusik ha passato tutti i giorni della sua straordinaria esistenza. Oggetti personali, abiti, gioielli, cinture, borse, cappelli e moltissime altre cose. Armi, costumi, decorazioni, tappeti e antichi vasi. E poi ci sono anche preziosi libri, uno proveniente dall’Isola di San Lazzaro, a Venezia. Un patrimonio, tra queste mura, che racconta la storia di un antico popolo. Ma Lusik Aguletsi era anche una nota pittrice e quindi non poteva mancare la parte riservata ai suoi dipinti, agli scatti fotografici dedicati a lei e alla sua famiglia, agli oggetti da lei stessa realizzati, che venivano esposti nelle feste popolari. Bambole realizzate a mano che raccontano antiche tradizioni. Lusik è stata un’artista a tutto tondo. Ha scritto anche un libro, corredato di numerose e raffinate illustrazioni, intitolato "Vestiges of the Past". Le sue collezioni tramandano egregiamente il folclore armeno. Una preziosa eredità che i suoi eredi hanno messo a disposizione dei cittadini del mondo che, durante il loro viaggio in Armenia, possono concedersi qualche ora di full immersion nelle meraviglie del passato.

E dopo aver ammirato tante opere di straordinaria bellezza e originalità ci si può sedere nel cortile esterno che è stato trasformato in un art-cafè e che si aggiunge alle sale interne dove si può gustare un tipico caffè armeno, con i suoi fondi che molti sanno leggere per conoscere il futuro, o per deliziarsi con cibi e dolci tipici.

Nel negozio di souvenir infine, si possono acquistare gioielli in argento realizzati nelle stesse forme di quelli antichi e molte altre cose che rappresenteranno ricordi tangibili di quella che può definirsi una indimenticabile esperienza.


Comments


bottom of page