top of page

Libano – Prosegue la cooperazione Unifil-LAF

Assadakah Beirut - Prosegue cooperazione con la missione Unifil nel Sud del Libano (ANSAMed) - BEIRUT, 29 MAR - Si è conclusa in Libano un'esercitazione congiunta tra militari italiani del contingente Onu (Unifil) ed esercito libanese nell'ambito della cooperazione tra le forze armate di Beirut e la missione internazionale schierata nel sud del Libano a ridosso della Linea Blu di demarcazione con Israele.

Lo riferisce con un comunicato il contingente italiano di Unifil, al comando del generale Roberto Vergori. Il contingente italiano guida le operazioni di Unifil nel settore ovest dell'area di responsabilità dei caschi blu.

L'addestramento congiunto si è svolto nella base militare dell'esercito libanese di Shawakir (Chawakeer), nei pressi di Tiro, 90 km a sud di Beirut. Come si legge nel comunicato, durante l'esercitazione soldati dell'esercito libanese e caschi blu italiani "hanno sviluppato insieme diversi esercizi mirati a testare le procedure operative e le tecniche di combattimento corpo a corpo ravvicinato derivanti dal metodo di combattimento militare, un sistema molto efficace derivante da diverse discipline delle arti marziali".

Presso la base delle Forze Armate Libanesi (LAF) di Chawakeer a Tiro, è terminata un'attività di addestramento congiunto fra i soldati delle LAF ed i Peacekeepeers Italiani di Sector West.

Soldati delle LAF e PeaceKeepers italiani hanno sviluppato insieme diversi esercizi mirati a testare le procedure operative in uso e le tecniche di combattimento corpo a corpo ravvicinato derivanti dal Metodo di combattimento Militare, un sistema molto efficace derivante da diverse discipline delle arti marziali. UNIFIL opera sempre in stretto coordinamento con le LAF, che sono un riferimento di grande impegno e costante servizio per le operazioni di controllo del territorio e di verifica dell'applicazione della risoluzione 1701 per assicurare la stabilità e la sicurezza del Sud del Libano.

Il Settore Ovest di UNIFIL, a guida italiana, comandato dal Generale di Brigata Roberto Vergori, integra lo sforzo di oltre 3.600 Caschi Blu provenienti da 17 Paesi dei 48 partecipanti alla missione dell'Onu. Le attività svolte in Teatro Operativo sono condotte sotto il coordinamento e secondo le direttive impartite dal Comando Operativo di Vertice Interforze (COVI), che è l'alto comando della Difesa, deputato alla pianificazione, coordinazione e direzione delle operazioni militari, delle esercitazioni interforze nazionali e multinazionali e delle attività a loro connesse.

Comentários


bottom of page