top of page

Afghanistan – Bimbo cade in un pozzo. Corsa contro il tempo

Assadakah Roma News – Un altro allarme, dopo il caso del piccolo Alfredino in Italia, e quello più recente del piccolo Rayan in Marocco. E' corsa contro il tempo in Afghanistan per salvare un bambino di 9 anni caduto due giorni fa dentro un pozzo in un remoto villaggio del Paese.

L'operazione per salvare il bimbo afghano è scattata nel villaggio di Shokak, nella provincia di Zabul. Video postati dai cittadini sui social media - compresi i funzionari del nuovo governo talebano - mostrano un bambino identificato con il nome di Haidar incastrato nel pozzo, in grado di muovere le braccia e la parte superiore del corpo. "Stai bene figlio mio? Parlami e non piangere, stiamo lavorando per tirarti fuori", dice nel video il padre al piccolo. "Va bene, continuerò a parlare," risponde Haidar.

Il video è stato girato dai soccorritori che hanno calato con una fune una telecamera nello stretto pozzo. Funzionari locali hanno detto che il bambino è intrappolato a una decina di metri dal pozzo profondo 25 metri. "C'è una squadra con un'ambulanza, ossigeno e altre attrezzature necessarie", ha twittato Abdullah Azzam, segretario del vice primo ministro Abdulghani Barada.

I soccorritori stanno scavando da un fosso aperto ad angolo in superficie per cercare di raggiungere il punto in cui il bimbo è intrappolato. Una tecnica simile a quella che i soccorritori hanno tentato in Marocco all'inizio di febbraio per salvare Rayan.

Comments


bottom of page