top of page

Armenia – Proposta di incontro per il 31 ottobre

Assadakah Yerevan – Le autorità armene hanno proposto il prossimo 3 ottobre come data di un terzo incontro a Bruxelles per la definizione dei confini con gli omologhi dell’Azerbaijan. La notizia è stata confermata dal premier Nikol Pashinyan.

Il 22 maggio, dopo un incontro con il presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel, Pashinyan e il presidente azero Ilham Aliyev hanno incaricato i rispettivi ministeri degli Esteri di intavolare i preparativi per i negoziati di pace. Il 24 maggio si è svolto al confine armeno-azero il primo incontro del vice premier armeno Mher Grigoryan e dell’omologo azerbaigiano, Shahin Mustafayev, sotto forma di una commissione congiunta sulla delimitazione e la sicurezza dei confini. A fine agosto, le parti hanno convenuto di tenere il terzo incontro sulla delimitazione delle frontiere.

Intanto, l'UE approva ufficialmente l'invio di 40 osservatori al confine Armenia-Azerbaigian, lungo il lato armeno del confine internazionale, con l'obiettivo di monitorare, analizzare e riferire sulla situazione nella regione. Questa decisione fa seguito all'incontro quadrilaterale tra il presidente azero Aliyev, il primo ministro armeno Pashinyan, il presidente francese Macron e Charles Michel, presidente del Consiglio Europeo, il 6 ottobre, ed è volta a facilitare il ripristino della pace e della sicurezza nell'area, il rafforzamento della fiducia e la delimitazione del confine internazionale tra i due stati.

Secondo Josep Borrell, alto rappresentante per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza Ue, l'invio di un massimo di 40 esperti di monitoraggio dell'UE lungo il confine dell'Armenia con l'Azerbaijan mirerà a rafforzare la fiducia in una situazione instabile che mette a rischio vite umane e mette a rischio il processo di risoluzione dei conflitti. Questa è un'altra prova del pieno impegno dell'UE a contribuire all'obiettivo finale di raggiungere una pace sostenibile nel Caucaso meridionale.

Comments


bottom of page