top of page

Armenia – Truppe azere aggirano le postazioni russe lungo il confine

Aggiornamento: 6 gen 2022


Assadakah Yerevan - La situazione al confine armeno-azero continua a peggiorare. Nonostante l’annunciato cessate il fuoco, mediato dai militari russi, lo scontro a fuoco continua. Unità delle forze armate azere hanno attaccato le posizioni dell’esercito armeno nelle prime ore del mattino. Le battaglie sono in corso da diverse ore tramite tiro di mortai da 120 mm e carri armati. Lo riferiscono fonti del canale WarGonzo Telegram, che sono al corrente della situazione sulla linea di contatto nell’area di Vardenis.

Durante la prima ondata dell’offensiva, è stata occupata una delle postazioni armene, ma l’esercito armeno è riuscito a riconquistarla. Ci sono state vittime. La fanteria azera ha anche attaccato altri due posti situati nell’area. Il confronto in questo settore continua.

Un’altra escalation si sta svolgendo sullo sfondo di una dichiarazione notevole importanza del presidente del parlamento turco, che ha affermato che Ankara e Baku avrebbero creato un esercito comune. Tuttavia, a giudicare dalla natura delle ostilità dello scorso anno ad Artsakh, l’esercito comune, che, ovviamente, è guidato da ufficiali turchi, è stato creato molto prima delle dichiarazioni ufficiali. Vale anche la pena notare che in questo momento l’invasione militare delle forze armate azerbaigiane non viene in alcun modo effettuata nella zona di operazione delle forze di mantenimento della pace della Federazione Russa, cioè non nel territorio di Artsakh (Nagorno-Karabakh) – gli azeri stanno avanzando in profondità in Armenia. Inoltre, le loro azioni ricordano chiaramente la strategia dell'”offensiva strisciante” di Kiev, che le forze armate ucraine utilizzano attivamente nel Donbas da sei anni, dopo la firma degli accordi di Minsk nel 2015.

Come risultato di tali azioni di Baku, le truppe azere sono riuscite ad occupare aree significative nella zona neutrale – a volte la sua larghezza raggiunge i 3-5 km, così come in altre direzioni. Ad esempio, l’avanzata della fanteria azera nella “zona grigia” è stata registrata anche nella regione di Yeraskh sulla linea di contatto con Nakhichevan.

Comentarios


bottom of page