top of page

Assadakah - Cordoglio per la scomparsa di S.A.Khalifa bin Zayed Al Nahyan



Assadakah Roma News – La Associazione Italo-Araba Assadakah Roma, si unisce alle condoglianze rivolte alla famiglia, alla popolazione degli Emirati Arabi Uniti e alla Nazione Islamica, per la scomparsa di S.A. Khalifa bin Zayed Al Nahyan, presidente degli Emirati Arabi Uniti dal 3 novembre 2004, ed emiro di Abu Dhabi.

Il principe Zayed Al Nahyan, figlio primogenito dello scomparso Zayed bin Sulṭan Al Nahyan, (nonché fratello di Mansur bin Zayd Al Nahyan e cugino di Tamim bin Hamad al-Thani, emiro del Qatar) è morto oggi, 13 maggio 2022, all’età di 73 anni.

Il principe Al Nahyan era succeduto al padre, lo sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan, che ha servito come primo presidente degli Emirati Arabi Uniti dall'unione nel 1971 fino alla morte il 2 novembre 2004. Khalifa è stato il secondo Presidente degli Emirati Arabi Uniti e il 16° Sovrano dell'Emirato di Abu Dhabi.

Da quando è diventato presidente degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Khalifa ha presieduto un'importante ristrutturazione sia del governo federale che del governo di Abu Dhabi. Sotto il suo regno, gli Emirati Arabi Uniti hanno avuto un notevole progesso sociale.

Dopo essere stato eletto presidente, lo sceicco Khalifa ha lanciato il suo primo piano strategico affinché il governo degli Emirati Arabi Uniti raggiungesse uno sviluppo equilibrato e sostenibile, ponendo al centro la prosperità dei cittadini e dei residenti degli Emirati Arabi Uniti. I suoi obiettivi chiave erano continuare sulla strada tracciata dal padre Sheikh Zayed, la cui eredità, ha affermato, "continuerà a essere il faro che ci guida verso il futuro, un futuro prospero in cui regneranno sicurezza e stabilità".

Lo sceicco Khalifa ha guidato lo sviluppo del settore petrolifero e del gas e delle industrie che hanno contribuito con successo alla diversificazione economica del Paese.

Inoltre, ha lanciato un'iniziativa per evolvere il sistema di nomina dei membri del Consiglio nazionale federale, che è stata vista come un primo passo verso l'istituzione di elezioni dirette negli Emirati Arabi Uniti. Era noto per essere un ascoltatore, modesto e profondamente interessato agli affari della sua gente, e per questo figura molto amata negli Emirati Arabi Uniti e nella regione.

Lo sceicco Khalifa stava combattendo una malattia da diversi anni, che lo aveva costretto a distaccarsi progressivamente dalla gestione quotidiana del proprio ufficio, sebbene assistito dal fratello, il principe ereditario di Abu Dhabi, Mohammed bin Zayed, considerato successore de facto, anche se non è stato comunicato alcun annuncio ufficiale.

bottom of page