top of page

Giordania - Modernizzazione della politica per le donne

Assadakah Amman - La Commissione Elettorale Indipendente (IEC) del Regno Hashemita di Giordania, ha fissato per il prossimo 10 settembre le elezioni parlamentari. Lo ha riferito l'agenzia di stampa Petra, dando notizia della decisione a seguito di un decreto di re Abdullah che stabiliva lo svolgimento delle consultazioni quest'anno. Una occasione più che adatta per evidenziare che l'Italia, insieme Unione Europea e a UN-Women, sostiene fermamente la visione della Giordania di modernizzazione e maggiore rappresentanza delle donne.

In questo contesto, la Commissione Elettorale Indipendente UN-Women hanno firmato un accordo di partenariato volto a rafforzare la partecipazione delle donne alle elezioni.

L'accordo è stato firmato dal presidente del consiglio dei commissari dell'IEC, Mousa Maaytah, e dal rappresentante di UN-Women in Giordania, Nicolas Burniat, alla presenza dei membri del consiglio dei commissari, dell'ambasciatore dell'Unione europea in Giordania, Pierre-Christophe Chatzisavas, e dell'ambasciatore d'Italia in Giordania, Luciano Pizzotti.

L'ambasciatore italiano ha affermato: "L'uguaglianza di genere implica la piena partecipazione delle donne nei vari campi dell'azione politica, che garantisce anche istituzioni democratiche rappresentative di tutti i segmenti della società. Riconoscere il ruolo delle donne nel processo elettorale e nella vita pubblica è una priorità assoluta, poiché contribuisce a promuovere l'uguaglianza di genere, garantendo l'attuazione dei diritti civili e politici per tutti e massimizzando così la partecipazione nazionale in questo campo".

Comments


bottom of page