top of page

Speciale Bahrain - Energia pulita per il futuro

Assadakah News Agency - Un Paese proteso verso il futuro sostenibile, che ha a cuore la vivibilità e il rispetto per l’ambiente, e che a questo sta dedicando notevoli investimenti.

Il Ministro dell’Elettricità e delle Acque, Yasser bin Ibrahim Humaidan, ha partecipato all’inaugurazione di un progetto di energia solare, con l'installazione di pannelli presso l’azienda Middle East Navigation Aids Service (MENAS). Humaidan ha sottolineato l’importanza del progetto e l'impegno del ministero a sviluppare la cooperazione con il settore privato integrando le energie rinnovabili nel mix energetico totale, come parte della Strategia Nazionale per le Energie Rinnovabili, in linea con la Visione Economica 2030 del Regno di Bahrain e con l'obiettivo di raggiungere la neutralità delle emissioni di carbonio entro l'anno 2060.

Mahdi Al Mousawi, Direttore Generale di Menas, ha dichiarato che i pannelli solari saranno installati sugli edifici e sui parcheggi della compagnia, con una capacità produttiva di 278 kilowatt. Il progetto consentirà all'azienda di risparmiare circa il 90% del suo consumo di elettricità, rendendolo uno dei suoi maggiori investimenti nelle energie rinnovabili. Nel frattempo, il ministro per lo Sviluppo Sostenibile partecipa al ‘Global Gateway Forum’: Noor bint Ali Al Khulaif, Ministro dello Sviluppo Sostenibile, ha partecipato all'apertura del ‘Global Gateway Investors Forum for EU-Central Asia Transport Connectivity’. La conferenza è stata organizzata dalla Commissione Europea (UE) dal 29 al 30 gennaio, dove hanno preso parte partecipanti provenienti da diversi governi, istituzioni finanziarie, imprese e società civili dell'Europa e dell'Asia Centrale.

Il forum ha discusso gli impegni a lungo termine dell'UE per rafforzare la cooperazione con i Paesi dell'Asia centrale e migliorare la sostenibilità e la competitività dei corridoi di trasporto attraverso partenariati pubblico-privati. Il Vicepresidente Esecutivo della Commissione Europea, Valdis Dombrovskis, ha annunciato l'impegno generale a investire 10 miliardi di euro nella connettività sostenibile dei trasporti in Asia Centrale, così come i contributi dei partner internazionali presenti al forum degli investitori. Durante le successive discussioni tra le parti interessate, pubbliche e private, sono stati firmati una serie di protocolli d'intesa e di accordi che daranno il via allo sviluppo del corridoio. Il Commissario Europeo per i Partenariati Internazionali Jutta Urpilainen ha dichiarato: "La Banca Europea per gli Investimenti e la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo hanno firmato diversi protocolli d'intesa, gli Stati membri dell'UE e il settore privato hanno assunto impegni che ammontano a ben 10 miliardi di euro destinati alla connettività di trasporto sostenibile in Asia Centrale, grazie ai finanziamenti e alle garanzie di investimento della Commissione Europea".

Comentários


bottom of page