top of page

UAE – Consultazione di vertice per il Consiglio Supremo dell’Energia

Aggiornamento: 14 ago 2022

Franco Abdelkader - Sua Altezza lo sceicco Ahmed bin Saeed Al Maktoum, Presidente del Consiglio Supremo dell'Energia di Dubai, ha presieduto la 71a riunione tenutasi virtualmente, con la partecipazione di Saeed Mohammed Al Tayer, Vice Presidente del Consiglio Supremo dell'Energia di Dubai.

All'incontro hanno partecipato Ahmed Buti Al Muhairbi, Segretario Generale del Consiglio Supremo dell'Energia di Dubai; e membri del consiglio Dawood Al Hajri, Direttore Generale del Comune di Dubai; Abdulla bin Kalban, amministratore delegato di Emirates Global Aluminium (EGA); Saif Humaid Al Falasi, CEO di Emirates National Oil Company (ENOC); Juan-Pablo Freile, Direttore Generale di Dubai Petroleum; e Nasser Abu Shehab, CEO del settore Strategy & Corporate Governance presso la Roads & Transport Authority (RTA).

L'incontro ha discusso diversi argomenti, in particolare l'istituzione di un comitato permanente per monitorare il commercio di prodotti petroliferi e i risparmi ottenuti dalla strategia di gestione della domanda.


"In linea con la visione di Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vice Presidente, Primo Ministro e Sovrano di Dubai, di proteggere l'ambiente e la società e garantire i più alti standard di sicurezza, il Consiglio Supremo dell'Energia ha discusso l'istituzione di un comitato permanente per il monitoraggio del commercio di prodotti petroliferi a Dubai H.H., Presidente del Consiglio Supremo dell'Energia di Dubai, ha emesso la Risoluzione n. 3 del 2021 per delineare il quadro normativo, le strategie e i regolamenti per il commercio del GPL e dei suoi derivati ​​a Dubai, in conformità con i più elevati standard internazionali in questo senso. Miriamo inoltre a regolamentare le pratiche commerciali e ad attuare i più elevati standard internazionali di sicurezza e protezione, nonché a garantire il trasporto, lo stoccaggio e la distribuzione di GPL secondo i criteri approvati negli Emirati Arabi Uniti", ha affermato Al Tayer.

"Nella sua Direttiva, il Consiglio Supremo dell'Energia di Dubai ha stabilito la necessità di ottenere la sua autorizzazione a rilasciare il permesso per completare tutte le approvazioni e i requisiti delle autorità governative dell'emirato, secondo i rispettivi requisiti. Il Consiglio Supremo si coordinerà con le autorità governative per condurre campagne di ispezione congiunte per garantire che i lavoratori in questo settore seguano la direttiva e applichino i più elevati standard di sicurezza", ha aggiunto Al Tayer.

"Durante l'incontro, abbiamo esaminato i risparmi raggiunti dalla Dubai Demand Side Management Strategy 2030. Nel 2021, i risparmi sono stati equivalenti a 6,4 terawatt di elettricità, circa il 12,5% delle normali attività e circa 12,2 miliardi di galloni imperiali d'acqua, equivalenti a Il 9,4 per cento degli affari come al solito", ha affermato Al Muhairbi.

"Dal 2011, i programmi dal lato della domanda hanno contribuito a evitare 14,1 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica, risparmiando quasi 9 miliardi di AED. Ringraziamo tutte le parti correlate e i proprietari dei programmi che hanno svolto un ruolo attivo nel realizzare questi risultati a Dubai", ha aggiunto Al Muhairbi.

Comments


bottom of page