top of page

Il Mediterraneo di International Couture sfila al Maxxi

Assadakah Roma News - Marchi dal Libano, Giordania, Polonia, Italia. Moda, arte e cultura come vettori d'integrazione tra i paesi del Mediterraneo. La fondazione Med-Or sostiene l'ottava edizione della sfilata International Couture dal titolo "Mediterannean Moonlight", evento organizzato dall'Istituto Culturale Italo Libanese, presidente Maurice Salamé, con il patrocinio dell'Ambasciata del Libano in Italia, nella prestigiosa location del Museo Maxxi.

I protagonisti dello show provengono dal Libano, dalla Giordania, dalla Polonia e dall'Italia. Sulla passerella del Maxxi sfilano le creazioni di Abiddikkia, Barbara Piekut, Flavia Valentini, Flavio Filippi, Laith Maalouf e Missaki Couture accompagnati dagli accessori di Elle Bag di Lucrezia Battaglia con le sue borse di peluche e piume, i preziosi monili Liberty di Marina Corazziari e le calzature di Jewels e Fleur d'Oranger shoes. Moda, arte e cultura come vettori d'integrazione tra i paesi del Mediterraneo. La fondazione Med-Or sostiene l'ottava edizione della sfilata International Couture dal titolo "Mediterrannean Moonlight", evento organizzato dall'Istituto Culturale Italo Libanese, presidente Maurice Salamé, con il patrocinio dell'Ambasciata del Libano in Italia, nella prestigiosa location del Museo Maxxi.


I protagonisti dello show provengono dal Libano, dalla Giordania, dalla Polonia e dall'Italia. Sulla passerella del Maxxi sfilano le creazioni di Abiddikkia, Barbara Piekut, Flavia Valentini, Flavio Filippi, Laith Maalouf e Missaki Couture accompagnati dagli accessori di Elle Bag di Lucrezia Battaglia con le sue borse di peluche e piume, i preziosi monili Liberty di Marina Corazziari e le calzature di Jewels e Fleur d'Oranger shoes.

Flavia Valentini, romana, si è ispirata ai quattro elementi della natura: Terra, Fuoco, Aria e Acqua. Le sue creazioni vogliono esaltare il rapporto tra qualità e eco-sostenibilità, creando una nuova dimensione di lusso sostenibile che esula dagli standard, come la sua collezione di Burkini realizzati con un design tecnico che permette la massima mobilità e comfort sia fuori che dentro l'acqua oltre a

un'asciugatura ultra rapida. Il viaggio nel Mediterraneo continua sull'isola di Panarea con la nuova collezione del marchio A'Biddikkia, di Giovanna Mandarano, che per una volta abbandona le sue stampe personalizzate e presenta la collezione Monocrom, dal mood femminile ed essenziale, a base di capi avvolgenti, realizzati in tessuti morbidi tinta unita, in colori neutri. L'unica eccezione è una serie di capi color verde smeraldo per ricordare la natura di Panarea. Un piccolo dettaglio in cristallo Swarovski impreziosisce e personalizza ogni outfit. La designer Polacca Barbara Pieku propone abiti da sera e da sposa che celebrano il suo amore per il pizzo e i ricami. Già nota a Parigi, Berlino, Milano sfila per la prima volta con Altaroma con il brand Mo.Ya Fashion e la collezione intitolata Libertà, ispirata dalla musica del noto compositore polacco Abel Korzeniowski.


Flavio Filippi presenta la collezione Hortense, tutta in tessuti pregiati e fluttuanti, come organza, chiffon, satin, duchesse e mikado, arricchite da pizzi ricamanti con cristalli e paste vitree, che richiamano la moda degli anni ‘50. Liberamente ispirata alla tradizione culturale dell'infiorata che ha reso Genzano, sua città natale, famosa nel mondo, la collezione presenta abiti che rimandano alla briosità della primavera e alla natura che rinasce, vestendosi di meravigliosi fiori colorati: il blu e l'oro dell'iris, il rosa dei fiori di pesco, o i colori più vellutati tipici delle rose o più sgargianti come quelli dei tulipani. Tappa in Giordania con lo stilista Laith Ma alouf e la sua collezione Aquatic Lefgends, che racconta di mari scuri e profondi. Un mare che parla di leggende, nei colori blu profondo, verde smeraldo, lilla e corallo rosa e rosso. Laith Maalouf, è stato proposto per sfilare a International Couture dalla Jordan Fashion Week, piattaforma che fornisce supporto ai designer di moda locali e regionali. Lanciata nel 2018 è la vetrina di moda più creativa e innovativa del mondo arabo, con sede ad Amman. Infine, la collezione Althea di Missaki Couture, nome poetico che si ritrova nel mito greco e nella poesia pastorale. La collezione è audace e asimmetrica, con motivi ispirati all'arte antica. Ogni capo è progettato e realizzato a mano per accogliere le radici greche in modo moderno, con trame ricche, colori esuberanti e leggerezza dei tessuti, che celebrano la bellezza e la forza della figura femminile.

Post recenti

Mostra tutti

Roma - Primo ministro palestinese in visita

Assadakah News - Il primo ministro e ministro degli Esteri dell'Autorità Nazionale Palestinese, Mohammad Mustafa, è in visita a Roma dove incontrerà il ministro degli Esteri Antonio Tajani, che ha dic

Comments


bottom of page