top of page

Libano - "Ora sappiamo che le tue radici sono in noi"


“Ora sappiamo che le tue radici sono in noi”. È una strofa di un brano che ha ritmato il nostro viaggio, che ci parla di un popolo ferito ma fiero e che rappresenta ciò che del Libano porteremo sempre con noi. “Beirut Set El Donya” è la canzone, che risuonava negli altoparlanti e nelle gole delle migliaia che protestavano con ordinato vigore quel memorabile 4 agosto a Beirut e che ci ha fatto vibrare. Queste sono le nostre sensazioni, l’amore che abbiamo provato, le riflessioni più o meno a mente fredda e i nuovi spunti di ricerca che portiamo con noi. Grazie Libano e grazie Libanesi.

Così scrivono Lorenzo Somigli e Roberta Vaduva su Il Tazebao, blog da cui abbiamo ripreso alcuni passaggi della cronaca delle proteste a Beirut, annunciando la pubblicazione di un Quaderno dedicato al Libano, nel quale, tra i tanti pezzi inediti, è contenuta anche un'intervista al nostro Talal Khrais.

Al seguente è possibile scaricare il Quaderno:

ความคิดเห็น


bottom of page