top of page

Nagorno Karabakh - Profughi alle porte d'Europa

Assadakah News Agency - La tormentata Armenia, appena a sud della grande catena montuosa del Caucaso, è da tempo l’epicentro di una serie di conflitti e tensioni. Le notizie che arrivano sono scoraggianti. Sono fuggiti dal Nagorno Karabakh più di 120 mila armeni, di cui 30 mila bambini, quasi l’intera popolazione. Una situazione umanitaria drammatica, dopo mesi di assedio, senza acqua e cibo.

Molti paesi attualmente sono in mano agli azeri, numerose città sono state abbandonate e hanno subito saccheggi. Luoghi di culto, in particolare chiese, sono state convertite in moschee; monumenti e croci abbattuti. Sembrerebbe in atto un tentativo di riscrivere la storia, eliminando ogni traccia armena nella regione. Tutto ciò avviene sotto lo sguardo passivo della comunità internazionale.  “Il mondo deve fermare tutto questo. Non è possibile che gli interessi siano più importanti della giustizia. Non è giusto rimanere in silenzio”.

Comments


bottom of page