top of page

Beirut - Al Mawarid Bank sospende adesione in Associazione Banche Libano

Aggiornamento: 14 ago 2022

Franco Abdelkader - Al-Mawarid (AM) Bank ha annunciato di aver sospeso la sua adesione all'Associazione delle banche in Libano (ABL) a causa di decisioni che "danneggiano allo stesso modo il settore bancario e i depositanti".

"Sin dall'inizio della crisi del '19 ottobre', AM Bank ha ritenuto che l'Associazione delle banche in Libano abbia preso decisioni che si discostano notevolmente dagli interessi dei suoi membri, danneggiando così il settore bancario e i depositanti allo stesso modo", il Lo ha detto AM Bank in un comunicato stampa diffuso venerdì.

“La serie di decisioni inappropriate è iniziata con la chiusura delle banche per due settimane consecutive nel mese di ottobre 2019. La chiusura senza precedenti nella storia ha costituito il primo colpo che ha minato la fiducia di lunga data tra le banche e i loro clienti.

Quella fiducia è stata la pietra angolare del successo e della prosperità del settore bancario in Libano e l'ABL è riuscita con la sua decisione di chiusura a erodere decenni di duro lavoro in un istante", si legge nel comunicato stampa. “Tali decisioni inadeguate all'ABL sono state frequenti negli ultimi due anni e sono ancora comuni ora, da ultimo in ciò che riguarda la corrispondenza indirizzata al Fondo monetario internazionale. La lettera datata 21 giugno 2022 e inviata da "Decision Boundaries" al sig. Ernesto Ramirez Rigo, capo missione per il Libano presso l'FMI, è stata inviata senza una discussione sul suo contenuto. La maggior parte delle banche membri di ABL non ne erano a conoscenza, né della logica alla base delle fasi e del piano d'azione proposti. AM Bank è del parere che un piano d'azione così importante – che avrà conseguenze durature sul Libano e sulla sua gente per molti anni a venire – avrebbe dovuto essere discusso e approvato da tutte le banche membri. Inoltre, AM Banks è sconvolta dal fatto di non essere stata informata della nomina della suddetta società quale advisor dell'ABL né dei termini e delle condizioni che regolano tale nomina. Ciò che è ancora più scioccante è che AM Bank abbia letto la lettera sulla stampa e sui social media.

Ha proseguito: “AM Bank è del parere che l'ABL abbia avuto un'opportunità per prevenire l'aggravarsi della crisi attuale, ma non ha intrapreso sforzi per migliorare le sue prestazioni o prendere le decisioni giuste per mettere in atto piani e soluzioni mirate al recupero del denaro dei depositanti. Ad oggi, l'ABL continua a negare e non vuole riconoscere che le sue banche membri devono essere proattive e assumersi un certo livello di responsabilità commisurato ai rischi sottostanti dei loro bilanci. Purtroppo, la maggior parte delle posizioni dell'ABL ha mirato esclusivamente alla protezione delle banche e dei loro proprietari, senza sottolineare l'anzianità dei depositi sul loro capitale. L'obiettivo principale di qualsiasi banca che opera ovunque e in qualsiasi paese deve essere quello di salvaguardare i depositi a loro affidati, poiché non è possibile separare tra depositanti e banche: non ci sono banche senza depositanti e non ci sono depositanti senza banche. AM Bank non può restare a guardare e si aspetta molto di più dalla leadership di ABL che dovrebbe saperne di più". “Pertanto, AM Bank annuncia la sospensione della sua appartenenza all'Associazione delle banche in Libano fino a quando le questioni non saranno risolte nel migliore interesse dei depositanti. Invita inoltre le altre banche a seguire l'esempio e sospendere le loro iscrizioni nella speranza di inviare un chiaro messaggio alla leadership di ABL che "basta" e che le questioni devono essere affrontate con un livello più elevato di comprensione e realismo".

Comentários


bottom of page