top of page

Egitto - Cinema in lutto per la morte di Samir Sabri


Letizia Leonardi (Assadakah Roma News) - Si è spento, ieri 20 maggio, improvvisamente, in un hotel del Cairo l'attore, regista, presentatore e cantante egiziano Samir Sabri. L'artista è morto dopo una lunga malattia cardiaca. Tutto il mondo dello spettacolo e la popolazione intera si sono uniti nel cordoglio. Avrebbe compiuto 86 anni a dicembre di quest'anno. A causa di un malore, nei giorni scorsi, era stato ricoverato in un ospedale della capitale egiziana. Si sarebbe dovuto sottoporre a un delicato intervento chirurgico al cuore ma i medici stavano aspettando che le sue condizioni di salute migliorassero. Purtroppo però il destino ha deciso una via diversa. Nonostante la sua malattia e la sua veneranda età Sabri continuava a lavorare e recentemente aveva registrato un episodio del suo programma radiofonico "My Memory" con il regista Mohamed Turki, trasmesso dalla stazione di Al-Aghni.

Samir Sabry, era nato il 27 dicembre 1936 ad Alessandria d'Egitto. La sua famiglia lo ha fatto crescere con la passione per il cinema, il teatro e la musica e lo ha spinto, giovanissimo, a cominciare la sua carriera artistica. Ha iniziato a presentare programmi radiofonici e televisivi ma ha scoperto presto di avere grande talento anche nel canto e nelle imitazioni di vari artisti.

La sua esistenza non è stata semplice. Quando aveva solo 9 anni i genitori si sono separati e lui è andato a vivere al Cairo con il padre e la sua nuova moglie. Il distacco dalla madre lo veva segnato parecchio. Nel 1973 ha perso il suo unico fratello in guerra. Fortunatamente il mondo dello spettacolo, con lui, non è stato avaro di soddisfazioni. La sua prima esibizione è stata come comparsa nel video della canzone "The Groups" di Abdel Halim Hafez nel film "Hekayat Hob" .

In quella occasione conobbe Amal Fahmy che, anni dopo, lo chiamò per presentare il noto programma radiofonico "The International Club" che ottenne un grande successo tanto che ne fecero una trasposizione per il piccolo schermo. Ma la prima importante opportunità è stata quando Abdel Halim Hafez lo ha scritturato per un programma rivolto alla radio europea, grazie al fatto che Sabri parlava correttamente più lingue. Ha presentato il programma in lingua inglese "What the Listeners Demand" e in televisione "Kan Zaman", "Al Nadi Al Dawli" e "This Evening" .

Ha collaborato con i musicisti Muhammad Abdel Wahab, Abdel Halim Hafez, Umm Kulthum, Suad Hosni e Warda Al Jazairia, ed è stato il primo giornalista a intervistare il sultano Qaboos bin Said, sovrano del Sultanato dell'Oman.

Ha recitato in molti film come "Young Guy Very Crazy" con Soad Hosni e con Adel Imam nel film "Search for a Scandal", "With Parents a Kindness" e si è distinto per la sua interpretazione nel film "Al-Toot e Al-Nout" e "Bint Min Al Banat". Samir Sabry era anche sempre in prima linea come volontario a dare il suo aiuto durante le crisi sanitarie e umanitarie. Il grande cuore che aveva alla fine non ce l'ha fatta a battere ancora e si è fermato mentre lui era in una stanza d'albergo. In compenso lui resterà nei cuori di moltissime persone che lo stimavano e che non lo dimenticheranno mai.


Comments


bottom of page