top of page

Mondiale - I giocatori dell'Iran non cantano l'inno nazionale


(Agenzia Nova) - I giocatori della nazionale di calcio dell’Iran non hanno cantato l’inno nazionale nella partita contro l’Inghilterra nella seconda giornata dei Mondiali Fifa 2022 a Doha in Qatar. Non cantando l’inno ai mondiali in Qatar i giocatori dell’Iran hanno manifestato il loro sostegno alle proteste in corso da metà settembre nel Paese a seguito della morte della 22enne curda, Mahsa Amini, deceduta lo scorso 16 settembre a Teheran dopo il suo arresto da parte della polizia morale iraniana per non aver indossato il velo in modo corretto.Alla vigilia della partita contro l’Inghilterra, il capitano della nazionale di calcio dell’Iran, Ehsan Hajsafi, ha espresso pubblicamente solidarietà con le manifestazioni nel Paese represse nel sangue dalle forze di sicurezza iraniane. Hajsafi ha utilizzato durante la conferenza stampa al fianco del capitano della nazionale inglese, Harry Kane, l’espressione “nel nome del Dio dell’arcobaleno”, la stessa utilizzata nei video pubblicati in rete da uno dei manifestanti ucciso dalle forze di sicurezza durante le proteste, il giovane Kian Pirfalak. Il capitano della nazionale iraniana ha inviato le sue condoglianze alle famiglie delle vittime, ammettendo che la situazione nel Paese “non è buona”. “Io spero che le condizioni cambino secondo le aspettative del popolo”, ha dichiarato.

bottom of page