top of page

San Remo - Ghali porta l'arabo sul palco dell’Ariston

Assadakahg News Agency - Ghali porta l'arabo sul palco dell'Ariston nella 74a edizione del Festival di Sanremo. Durante la quarta serata dedicata alle cover, il rapper di Milano, nato da genitori tunisini, ha voluto omaggiare Toto Cutugno con un medley ispirato alla sua “Sono un italiano”, ma il primo pezzo che ha intonato è stato un brano in arabo, “Bayna”, a cui poi è seguito “Cara Italia”.

Non è la prima volta che Ghali parla della difficoltà di essere italo-tunisino, il razzismo che ha subito, e anche nel brano portato in gara a Sanremo, Casa mia, fa riferimento alle guerre causate da confini disegnati. E non è nemmeno la prima volta che canta in arabo all'Ariston. Lo fece anche nel 2020, ma in qualità di super ospite.

Prodotto da Ratchopper, l'artista che ha duettato sul palco con Ghali, Bayna (in arabo “vederci chiaro”) è il brano d’apertura dell’album Sensazione Ultra (2022) e ha ispirato il nome della rescue boat donata dall’artista a MEDITERRANEA Saving Humans. Operativa dallo scorso marzo, l’imbarcazione a novembre 2023 ha contribuito a mettere in salvo 227 vite umane nel Mediterraneo, tra cui un bimbo di due mesi, il più giovane mai salvato.

bottom of page