top of page

Elisabeth Missland: “Sophia Loren, star di classe dal volto umano”

Talal Khrais – A 87 anni di età, e a distanza di anni da quello del suo debutto, Sophia Loren continua a regalarci pellicole di qualità. Dopo dieci anni di assenza dal grande schermo, torna con “La vita davanti a sé”, il suo ultimo film girato con la regia del figlio Edoardo Ponti. È una storia tratta dall’omonimo romanzo di Romain Garu del 1975. Sophia interpreta il ruolo di un’ebrea sopravvissuta all’olocausto, con un passato da prostituta. Il film combina la passione di Sophia per l’arte e la recitazione. Il suo ruolo di madre ed educatrice è stato il motivo che l’ha spinta ad accettare la parte e tornare a recitare. La critica cinematografica francese Elizabeth Missland ha dichiarato in un’intervista al collega Talal Khrais inviato della National News Agency NNA: “Sophia Loren è una star di classe, modesta, con un volto umano. Infatti, quando la stampa estera le ha assegnato l’annuale premio Globo d’Oro, lei ha chiesto di dedicarlo al grande artista Mastroianni affermando che lui lo meritava più di lei”.



Sofia Costanza Brigida Villani Scicolone, in arte Sophia Loren è sicuramente una grande diva venuta dal popolo. Nata a Napoli nel 1934 da un’insegnante di pianoforte e un immobiliarista, ha vissuto la sua infanzia negli anni della seconda guerra mondiale. Il padre ha riconosciuto solo la paternità della piccola Sofia che è stata cresciuta solo dalla madre in situazioni economiche precarie. Pochi anni dopo la fine del conflitto ha iniziato, giovanissima, la sua carriera cinematografica che l’avrebbe portata nell’olimpo delle attrici. Si è fatta notare grazie alle popolari commedie della serie “Pane, amore e…” ma il suo talento l’ha portata anche a Hollywood a recitare con attori del calibro di Cary Grant, Clark Gable, Walter Matthau e molti altri, dimostrando una grande capacità nel passare da ruoli leggeri a quelli drammatici. Con il film “Orchidea nera”, del 1958, si è conquistata la Coppa Volpi al Festival di Venezia per la migliore interpretazione femminile. Moltissimi anche i noti attori italiani che hanno affiancato la bella Sophia: Marcello Mastroianni, Alberto Sordi, Totò, ecc… È stata diretta dai più noti registi e ha vinto anche dei Premi Oscar: con “La ciociara” del 1960 e “Matrimonio all’italiana” del 1964 come migliore attrice protagonista, entrambi diretti da Vittorio De Sica. Le sue partecipazioni, in ruoli principali, in pellicole dirette da altri importanti registi, come Sidney Lumet, Charlie Chaplin, Martin Ritt, Carol Reed, George Cukor, Henry Hathaway, Robert Altman, Dino Risi, Mario Monicelli ed Ettore Scola, l’hanno legata a film che hanno fatto la storia del cinema italiano e internazionale.



Oltre ai due premi Oscar e la Coppa Volpi, ha ricevuto cinque premi Golden Globe, un Leone d’oro, un Grammy Award, un Prix al Festival di Cannes, un Orso d’oro alla carriera al Festival di Berlino, un premio BAFTA, dieci premi David di Donatello, tre premi Nastri d’argento ed è stata onorata con una stella sulla celebre Hollywood Walk of Fame. E l’American Film Institute, nel 1999, ha inserito Sofia Loren al ventunesimo posto tra le più grandi star della storia del cinema. Galeotto della sua svolta sentimentale è stato il concorso Miss Italia del 1950 che le consegnò la fascia di Miss Eleganza e le permise di incontrare, l’anno dopo, il noto produttore cinematografico Carlo Ponti, che è poi diventato il suo compagno di vita. Con il famoso produttore si è stabilita a Ginevra e ha messo al mondo due figli: Carlo jr ed Edoardo. Quest’ultimo ha seguito le orme del padre. Pur risiedendo in Svizzera, Sophia Loren, di tanto in tanto, torna in Italia a trovare la sorella Maria Scicolone dimostrando sempre un forte attaccamento alla sua famiglia e all’Italia. (traduzione Letizia Leonardi)

Post recenti

Mostra tutti

Roma - Primo ministro palestinese in visita

Assadakah News - Il primo ministro e ministro degli Esteri dell'Autorità Nazionale Palestinese, Mohammad Mustafa, è in visita a Roma dove incontrerà il ministro degli Esteri Antonio Tajani, che ha dic

Opmerkingen


bottom of page