top of page

Expo Dubai – Un successo oltre le previsioni

Assadakah Roma News - Dopo 182 giorni di attività ed eventi diversificati e ricchi di cui hanno goduto milioni di visitatori da tutto il mondo, si chiude il sipario di Expo 2020 Dubai, la prima esposizione mondiale tenutasi nella regione del Medio Oriente, Africa e Asia meridionale (MEASA) e la prima ad essere ospitata da una nazione araba. La cerimonia di chiusura si è tenuta giovedì 31 marzo 2022 nella grande cupola del Al Wasl Plaza.

L'esposizione di sei mesi, il cui tema centrale, "Collegare le menti, creare il futuro", ha prevalso anche nella sfida della pandemia di Covid e ha ottenuto un clamoroso successo.

Organizzando il più grande spettacolo mondiale in mezzo a tali sfide, gli Emirati Arabi Uniti hanno rimosso il mondo "impossibile" dal suo lessico per presentare una delle meravigliose edizioni dell'Expo nella lunga storia dell'evento, come ha confermato anche S.A. Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Primo Ministro e Sovrano di Dubai, in un messaggio audio consegnato alla cerimonia di chiusura del mega evento.

Expo 2020 Dubai, che ha riunito 192 nazioni partecipanti, non è stato un semplice evento che ha raccontato la cultura e la storia dei Paesi partecipanti, ma soprattutto un invito a impegnarsi e condividere visioni future per affrontare le sfide che l'umanità ha di fronte.

La selezione degli Emirati Arabi Uniti del tema ''Collegare le menti, creare il futuro'' come titolo della campagna per ospitare la mostra, non è stata casuale. Gli Emirati Arabi guardavano al futuro con visioni proattive. Nonostante l'umanità stia attraversando il momento più difficile e impegnativo a causa della pandemia e dei suoi effetti negativi sulle economie del mondo, non c'è stata confusione nell'approccio e nei calcoli. I progetti non si sono fermati e non hanno subito ritardi. Piuttosto, hanno continuato in un'armonia senza precedenti che ha incoraggiato la comunità internazionale a partecipare e impegnarsi con fiducia accresciuta da milioni di visitatori che e le loro famiglie hanno apprezzato eventi e attività che molti di loro potrebbero non essere in grado di ripetere di nuovo e che dovranno dire loro con orgoglio alle generazioni future.

Da quando l'International Exhibitions Bureau (BIE) ha annunciato il 17 novembre 2013 a Parigi che Dubai aveva vinto la gara per ospitare Expo 2020, nessuno ha dubitato della capacità degli Emirati Arabi di presentare al mondo l'immagine più bella e luminosa di un evento che era stato esclusivamente ospitato da alcune città in regioni lontane dal Medio Oriente e dal Nord Africa. Come al solito, gli Emirati Arabi Uniti hanno una comprovata esperienza nelle aree della comunicazione e nuovi concetti e idee innovativi che sono stati trasformati in realtà negli ultimi decenni. Un indicatore del successo di Expo è che il gran numero di visitatori proveniva dall'estero.

In sei mesi, Expo 2020 Dubai ha riunito organizzazioni multilaterali e istituzioni accademiche, in un momento decisivo per scambiare nuove idee e prospettive, ispirare cambiamenti significativi e creare un futuro più luminoso per tutti sotto il tema "Connecting Minds e Creare il Futuro'' attraverso la sostenibilità, la mobilità e le opportunità. Tutto questo si è chiaramente riflesso nel Vertice Mondiale del Governo 2022, che è stata la migliore conclusione di un evento eccezionale. Un'opportuna coincidenza anche con le celebrazioni del Giubileo d'oro degli Emirati Arabi Uniti del 2021. Gli Emirati Arabi Uniti meritano le più sentite congratulazioni per il successo di Expo 2020 mentre il mondo comincia a prepararsi per la prossima edizione Expo 2025 a Osaka, in Giappone.

Commenti


bottom of page