top of page

Roma - Assadakah alla Giornata Nazionale della Repubblica Islamica dell’Iran

Redazione - Anche la associazione italo-araba Assadakah era fra i numerosi partecipanti alla celebrazione della 45a Giornata Nazionale della Repubblica Islamica dell’Iran e della vittoria della Rivoluzione Islamica, presso l’ambasciata iraniana a a Roma, ieri, 12 febbraio.

Difficile riportare un elenco completo dei moltissimi intervenuti, fra personalità di primo piano a livello nazionale e internazionale. Assadakah era presente, a nome del presidente Franco Abdelkader Omeich, con una delegazione fornata dal vicepresidente Mohamaed Youssef Ismail Talal Khrais, responsabile delle relazioni internazionali, e Marwa Al Khayal responsabile del cerimoniale.

Un evento importante per la comunità internazionale, e di importanza fondamentale per la Repubblica Islamica che il 12Bahman 1357 (corrispondente al 1 febbraio 1979), dopo 15 anni di esilio, l'imam Khomeini faceva ritorno in Iran, dando il via alla fase culminante della Rivoluzione Islamica in Iran.  Un momento importante nella vita degli iraniani, desiderosi di chiudere il capitolo di oppressione dei Pahlavi e fondare la Repubblica Islamica.

La cerimonia ha avuto inizio con un discorso dell’ambasciatore iraniano in Italia, S.E. Mohamnad Reza Sabouri, che parlato di questo importante giorno della liberazione del Paese da un regime oscurantista, dello sviluppo che ha conosciuto l’Iran in questi anni, e dei rapporti storici fra Iran e Italia.

L’ambasciatore ha sottolineato la grandezza della Rivoluzione Islamica guidata dall’Imam Khomeini e il suo approccio nel sostenere gli oppressi e contrastare l’arroganza. Ha affermato che la rivoluzione islamica in Iran è stata uno degli eventi più importanti degli ultimi anni del ventesimo secolo ed è stata una rivoluzione globale per tutti gli aspetti della vita.  Non ha naturalmente dimenticato di evidenziare ancora una volta la situazione attuale del popolo palestinese.

Anche la National News Agency di Beirut, fra le più importanti dei Paesi arabi, ha dedicato ampio spazio all' evento, con Talal Khrais corrispondente in Italia.

All’evento, presente, fra i molti rappresentanti della diplomazia internazionale, l’ambasciatore di Algeria, S.E. Abdelmadjid Tebboune; uno fra i più noti rappresentanti della comunità egiziana in Italia Mohmoud Mabrouk; l’ambasciatore della Repubblica Islamica dell'Iran presso la Santa Sede Mohammad, S.E. Hosein Mokhtari e altri ancora.

Comentários


bottom of page